Tenuta Mosole Refosco

00-prodotto.png
00-logo.png
00-prodotto.png
00-logo.png

Tenuta Mosole Refosco

8.55

Cantina: Tenuta Mosole
Vitigno: Refosco dal peduncolo rosso 100%
Grado alcolico: 13 % vol.
Temperatura di servizio: 16-18°
Formato: 75 cl
Bicchiere consigliato:

Quantity:
Add To Cart

Descrizione: Vino tipico del Friuli che matura ed evolve in 2-3 anni.
Note Sensoriali: Vino rosso dal profumo fruttato di lampone e mora selvatica. In bocca ha un sapore robusto, tannico, però morbido, avvolgente e lungo.
Abbinamenti: Zuppe di legumi, bolliti misti di carne.


In provincia di Venezia, nella zona più orientale ai confini con il Friuli sorge la Tenuta Mosole il cui accesso principale si pone proprio lungo la “Strada dei Vini”, ben noto percorso turistico enologico-culturale.
Le caratteristiche del terreno sono frutto di antiche alluvioni, cambi frequenti di alveo e depositi differenziati di particelle di argilla che, a profondità modeste, formano depositi di carbonati, preziosi proprio per regalare tipicità e intensità di profumi al vino.
Lucio Mosole condivide l’opinione che il vino nasca nel vigneto per poi evolvere e maturare in cantina.
Si reca quindi in Francia, Piemonte e Toscana, per attivare un confronto professionale con aziende di grande prestigio e affinare così il percorso che lo porta alla viticoltura di qualità superiore che a tutt’oggi lo distingue.
Mette a dimora i suoi primi 4 ettari a “Guyot” agli inizi degli anni ’90, progressivamente rinnova altri 22 ettari fino ad avere attualmente la quasi totalità della superficie vitata a “Guyot”.
E’ proprio da questi vigneti, dall’attenta selezione dei grappoli e dalla vendemmia a mano che nascono i vini HORA SEXTA e AD NONAM.
La distribuzione attuale delle viti, nei 30 ettari dell’azienda, si divide tra: Lison, Chardonnay, Pinot Grigio, Cabernet, Merlot e Refosco dal P.R.
Ogni intervento attuato per la salute del vitigno e la lavorazione delle uve è attento all’equilibrio dell’ecosistema, consapevoli che il rispetto della propria terra garantisce il benessere di chi ne gusta i frutti.