Irpinia Aglianico

00-prodotto.png
00-logo.png
00-prodotto.png
00-logo.png

Irpinia Aglianico

10.70

Cantina: San Paolo                                                                         

Vitigno: Aglianico                                                                             

Grado alcolico: 13%-14%

Temperatura di servizio: 16-18°C.                                                 

Formato: 75 cl

Bicchiere consigliato: 

Quantity:
Add To Cart

Descrizione: Vitis Hellenica, introdotta dai Greci lungo la costa tirrenica tra il VII e il VI secolo a.C. Il nome del vino, derivante dal vitigno di provenienza, fu mutato in Aglianico, assecondando la lettura ispanica della doppia “I” in “gli”, durante la dominazione spagnola nel corso del XVI secolo. Uva che beneficia dei freddi autunnali per sviluppare una fragranza di profumi che si riflettono in un vino elegante nell’aspett.

Note Sensoriali:
Vista: di colore rosso rubino intenso con riflessi violacei
Olfatto: profumi di frutti di bosco. 
Gusto: sapore morbido e giustamente tannico.

Abbinamenti: Ideale con selvaggina, arrosti di carni rosse con speziatura.


CANTINA SANPAOLO sorge in un’area collinare, a cavallo fra le province di Avellino e Benevento, integrandosi perfettamente col paesaggio. Qui si coltivano le uve a bacca bianca che danno origine al Greco di Tufo Docg, al Fiano di Avellino Docg e alla Beneventano Falanghina Igp, insieme al pregiato Irpinia Aglianico Dop da cui nasce l’omonimo vino ed il più prestigioso Taurasi Docg. I vigneti, coltivati fino a 700 metri d’altezza assolati, godono di una forte escursione termica che esalta l’aromaticità delle uve. Gran parte delle vigne sono in affitto o gestione congiunta: la conformazione delle proprietà, frammentata e dislocata sul territorio, consente l’approvvigionamento da diversi conferitori garantendo la selezione delle migliori uve e il costante bilanciamento del prodotto negli anni. In questo modo, la qualità e le caratteristiche dei vini si mantengono inalterate di annata in annata.Il vigneto di Claudio Quarta è composto di piccoli appezzamenti per un totale di circa 22 ettari: 10 si estendono intorno alla cantina, suddivisi fra le aree di Tufo – dove si coltiva il pregiato Greco – di Lapio – nel cuore della Docg Fiano d’Avellino per l’allevamento del Fiano – e di Paternopoli, per la coltivazione dell’Aglianico, nella Dop Irpinia Aglianico e Docg Taurasi. Gli altri 12 ettari, coltivati a Falanghina e ad Aglianico, costituiscono un’unica tenuta situata a Pietrelcina, nel beneventano.La cantina si sviluppa su tre livelli scavati sul pendio di una collina: il terrazzamento in via di completamento, con impianto di vigneti, le permetterà di essere completamente integrata con l’ambiente circostante, nel rispetto dell’armonia del paesaggio che ne ha ispirato la ristrutturazione. È tecnicamente attrezzata per la produzione di bianchi e rossi e per il loro affinamento nella barricaia, composta da botti di diversi carati: barrique, tonneau e botti di rovere. Le etichette attualmente prodotte sono otto.