San Paolo Greco di Tufo

00-prodotto.png
00-logo.png
00-prodotto.png
00-logo.png

San Paolo Greco di Tufo

10.70

Cantina: San Paolo                                                                         

Vitigno: Greco di Tuffo

Grado alcolico: 12% - 13 %

Temperatura di servizio: servire freddo.                                                 

Formato: 75 cl

Bicchiere consigliato: 

Quantity:
Add To Cart

Descrizione: portato in Italia dai coloni ellenici nel VII-VIII secolo a.C., il Greco di Tufo era già descritto dai latini come anime a gemella, per la caratteristica forma alata del suo grappolo. Vino dai caratteri varietali ben marcati ottenutomediante fermentazione alcolica a temperatura controllata (15-18°C), seguita da un periodo variabile di maturazione sur lie.


Note Sensoriali:
Vista: verdognolo/giallo paglierino
Olfatto: presenta al naso note aromatiche che ricordano la pesca, l’albicocca, i fiori di campo e la camomilla. 
Gusto: Al palato si ripropone deciso, nobile ed estremamente elegante.

Abbinamenti: Ideale con formaggi non stagionati, risotto ai funghi, pesci grandi come il dentice.


CANTINA SANPAOLO sorge in un’area collinare, a cavallo fra le province di Avellino e Benevento, integrandosi perfettamente col paesaggio. Qui si coltivano le uve a bacca bianca che danno origine al Greco di Tufo Docg, al Fiano di Avellino Docg e alla Beneventano Falanghina Igp, insieme al pregiato Irpinia Aglianico Dop da cui nasce l’omonimo vino ed il più prestigioso Taurasi Docg. I vigneti, coltivati fino a 700 metri d’altezza assolati, godono di una forte escursione termica che esalta l’aromaticità delle uve. Gran parte delle vigne sono in affitto o gestione congiunta: la conformazione delle proprietà, frammentata e dislocata sul territorio, consente l’approvvigionamento da diversi conferitori garantendo la selezione delle migliori uve e il costante bilanciamento del prodotto negli anni. In questo modo, la qualità e le caratteristiche dei vini si mantengono inalterate di annata in annata.Il vigneto di Claudio Quarta è composto di piccoli appezzamenti per un totale di circa 22 ettari: 10 si estendono intorno alla cantina, suddivisi fra le aree di Tufo – dove si coltiva il pregiato Greco – di Lapio – nel cuore della Docg Fiano d’Avellino per l’allevamento del Fiano – e di Paternopoli, per la coltivazione dell’Aglianico, nella Dop Irpinia Aglianico e Docg Taurasi. Gli altri 12 ettari, coltivati a Falanghina e ad Aglianico, costituiscono un’unica tenuta situata a Pietrelcina, nel beneventano.La cantina si sviluppa su tre livelli scavati sul pendio di una collina: il terrazzamento in via di completamento, con impianto di vigneti, le permetterà di essere completamente integrata con l’ambiente circostante, nel rispetto dell’armonia del paesaggio che ne ha ispirato la ristrutturazione. È tecnicamente attrezzata per la produzione di bianchi e rossi e per il loro affinamento nella barricaia, composta da botti di diversi carati: barrique, tonneau e botti di rovere. Le etichette attualmente prodotte sono otto.