Mikkeller Green Gold Ipa

00-prodotto.png
00-logo.png
00-prodotto.png
00-logo.png

Mikkeller Green Gold Ipa

4.90

Denominazione: MIKKELLER GREEN GOLD IPA


Birrificio: Mikkeller


Stile: IPA India Pale Ale


Grado alcolico: 7 %


Formato: 33CL


Colore: Ambrato


Bicchiere consigliato: Pinta

Quantity:
Add To Cart

Descrizione: Si presenta all'approccio visivo con un bel colore ambrato opalescente e una schiuma color ocra, copiosa, cremosa, compatta e molto persistente. E’ una birra artigianale non filtrata, non pastorizzata e rifermentata in bottiglia, per tali motivi forma sedimento naturale.


Note sensoriali: L’approccio olfattivo è da subito molto fresco e aromatico di luppolo americano, con profumi balsamici di aghi di pino, resina e note caramellate e leggermente terrose.Birra che si presenta al palato con una deliziosa base maltata e caramellata sfocia poi in piacevoli ed intense note di luppolo, che donano sentori resinosi e agrumati. La Green Gold possiede un corpo medio-pieno, una discreta carbonatazione e un finale secco e un retrogusto lungo e amaro.


Abbinamenti: Le birre di questo stile accompagnano molto bene piatti estivi come insalatone, freselle con pomodori e mozzarella o fritture semplici e sfiziose. Oppure potrebbe essere abbinata, vista la gradazione alcolica abbastanza alta, a un primo piatto come un risotto con radicchio, gorgonzola piccante e granella di noci; il radicchio richiama la componente amara della birra, la nocciola sposa bene con la nota maltata iniziale, mentre il gorgonzola piccante neutralizza leggermente l’amaro rendendo la bevuta molto pulita e piacevole.


La realtà Mikkeller nasce nel 2006 ed è un birrificio itinerante, in quanto non ha una propria sede, ma crea le sue birre in altri birrifici soprattutto a "De Proef Brouwerij" a Lochristi in Belgio, ma anche in svariati birrifici in tutto il mondo. I suoi fondatori sono Mikkel Borg Bjergsø, insegnante di fisica e matematica alle scuola superiore, e il giornalista Kristian Klarup Keller. Entrambi hanno alle spalle un’esperienza da Homebrewer. Il loro stile è chiaramente d’ispirazione americano, con una marcata impronta personale che rende spesso estreme le loro creazioni, ma di indiscutibile qualità irrompendo con grande successo nel mondo brassicolo mondiale. Visto l’enorme successo avuto nella seconda metà del 2006, Kristian Klarup Keller se pur contento, lasciò la produzione birraria per dedicarsi alla sua carriera da giornalista, lasciando tutto a Mikkel Borg Bjergsø sempre più impaziente di creare continuamente nuove ricette e sapori.Lo stile di birra Mikkeller è considerato unico nel suo genere, dal momento che molte delle sue birre sono sperimentali con gusti nuovi. Nel corso della sua storia, Mikkeller ha lanciato all’incirca 800 birre diverse in una grande varietà di stili, tra cui diverse variazioni sulle stesse birre.Nel 2013 la fabbrica di birra ha introdotto 124 birre diverse, alcune delle birre sono costantemente in produzione, mentre la maggior parte dei prodotti sono disponibili per un periodo di tempo limitato o in piccoli lotti. Con un elevato numero di birre diverse e una reputazione popolare tra gli appassionati di birra in tutto il mondo, il microbirrificio Mikkeller fatica a soddisfare la domanda per la sua birra. Coerentemente con i primi anni della società, Mikkeller continua a preparare le birre in vari birrifici in tutto il mondo, principalmente a de Proefbrouwerij in Belgio, ma anche in Norvegia, Regno Unito e Stati Uniti; però tutte le varie ricette sono progettate prima nel proprio impianto a Copenaghen.Complessivamente, la produzione annuale della Mikkeller è di 17.000 ettolitri di birra annui. Nel 2015, è stato annunciato che Mikkeller assumerà una ex fabbrica di birra AleSmith a San Diego, in California.Oltre alla produzione di birra normale, Mikkeller produce anche birre di collaborazione con altri produttori di birra, come BrewDog , To Øl, Nøgne Ø , Lervig Aktiebryggeri, Jester Re, Evil Twin , Tre Floyd , Cigar City e AleSmith.La passione per la birra di Mikkel Borg Bjergsø fece appassionare due suoi studenti, che nel 2010 hanno fondato un loro microbifficio di nome “To Øl”, anch’esso famoso in tutto il mondo.Dal 2010 Mikkeller organizza a maggio di ogni anno in Danimarca una grande festa della birra. Il festival propone principalmente piccole fabbriche di birra di tutto il mondo, dove molti di loro presentano in anteprima birre nuove, lotti di birra prodotti in piccola quantità, o birre speciali prodotte appositamente per il festival.     Nel corso degli anni Mikkeller oltre ad aver guadagnato un successo internazionale, ha anche collezionato numerosi premi come il premio “Birrificio danese del Year" nel suo anno inaugurale, nel 2006, e di nuovo nel 2008; nel 2009 il premio è stato condiviso con Hornbeer.La Lager chiara chiamata The American Dream ha vinto il RateBeer Golden’s nella sua categoria nel 2012, e l’Imperial Stout chiamata birra Geek Brunch Weasel è in top 20 su RateBeer come "migliori birre del mondo". Inoltre Mikkeller è stato anche giudicato il quinto miglior birrificio del mondo in due occasioni.